Il TAR ha sentenziato…

E dopo tanti mesi, il TAR Lombardia si è espresso sul ricorso presentato dalla Confconsumatori su invito di tanti utenti/consumatori e del comitato coordinamento acqua pubblica della provincia di Sondrio.

Cosa abbiamo contestato nel ricorso? Una serie di malfunzionamenti (chiamiamoli così), una serie di ingiuste applicazioni di importi forfettari ecc.ecc. nella gestione del Servizio Idrico Integrato della provincia di Sondrio.

La sentenza del TAR Lombardia NON da ragione a SEcAm, Ufficio d’ambito ed Ente Provincia e NON da torto agli utenti rappresentati da Confconsumatori.  E allora, cosa ha deciso il TAR  dopo tanti mesi? Ha deciso di dire che la Confconsumatori non è legittimata a rappresentarci perchè doveva avere degli iscritti (utenti o consumatori) che fossero tesserati alla Confconsumatori stessa. La cosa buffa è che noi utenti/consumatori che abbiamo contribuito alla presentazione del ricorso, sappiamo benissimo di essere tesserati alla Confconsumatori da oltre due anni… ma tant’è! Una sentenza è una sentenza e fino a quando non la impugni va rispettata. Però… c’è un però: fino a quando gli utenti/consumatori critici, ormai esasperati,  potranno sopportare questa situazione?  Attendiamo di conoscere se la Confconsumatori vorrà proporre l’appello e Vi terremo informati.

Qui il testo della sentenza del TAR:

  TAR sentenza (18,7 KiB, 281 hits)

Comitato Coordinamento acqua pubblica della provincia di Sondrio

————————————————–

Per approfondimenti

Il TAR ha sentenziato ispirandosi a questo precedente: TAR LAZIO di ROMA – SENTENZA 3 settembre 2012, n.7483 MASSIMA. Trovate qui: http://www.neldiritto.it/appgiurisprudenza.asp?id=8430

COMUNICATO STAMPA UFFICIO D’AMBITO

COMUNICATO STAMPA CONFCONSUMATORI

DECRETO LEGISLATIVO 20 dicembre 2009, n. 198

Print Friendly, PDF & Email