Il nocciolo della questione

La riflessione, benchè datata 2006, contiene molti spunti di riflessione, che la ristampa di Acque Misteriose contribuirà sicuramente ad alimentare:

…l’autorità concedente potrebbe adeguare la portata media di concessione al valore medio riscontrato durante gli anni precedenti (quindi comprensivo della quota fuori concessione) e conseguentemente adeguare i canoni e sovraccanoni a carico del concessionario. Ne conseguirebbe senza alcun dubbio un aumento dei proventi a carico degli enti pubblici ma senza veder scorrere una goccia di acqua in più nei torrenti di quanto se ne vedeva scorrere prima. In questo caso noi avremmo risolto egregiamente il danno economico arrecato (mancherebbe in ogni caso la riparazione del danno pregresso) ma non abbiamo risolto il danno ambientale….

Scarica:

  Commento al libro Acque misteriose (20,7 KiB, 477 hits)

Questo pensiero, espresso in un commento del 2006 da Franco Rabbiosi alla prima edizione del libro  Acque Misteriose di Giuseppe Songini,  rappresenta a mio parere un problema reale che la politica e le istituzioni locali devono affrontare nel futuro. Non si tratta cioè di una sola compensazione di tipo economico, benchè importante, ma di un aspetto più complessivo legato alla gestione del territorio e del paesaggio provinciale. Verso quai profili di sviluppo vogliamo andare?

Print Friendly, PDF & Email