Equilibrio economico finanziario di S.EC.AM. Spa

Ufficio d’Ambito della Provincia di Sondrio

Via XXV Aprile

23100 Sondrio

Alla c.a. Ing. P. Lombardi

Egr. sig. Presidente della Provincia di Sondrio

Via XXV Aprile

23100 Sondrio

Oggetto: Equilibrio economico finanziario della Soc. S.EC.AM. Spa

Egregi Signori,

ancora una volta siamo costretti a richiamare la Vostra attenzione sulla situazione della Soc. S.EC.AM. Spa.

Vi sarà noto che la stessa ha aperto una nuova linea di credito con la Banca IFIL Spa. Ne è stata data comunicazione ai Sindaci a giochi fatti e i comuni che non si opporranno non avranno più la possibilità di compensare debiti e crediti con S.EC.AM. Spa che, lo sanno tutti, è sistematicamente in ritardo coi pagamenti (come per altri adempimenti).

Questa e la precedente vicenda che ci ha costretti a scrivere ai Sindaci ed alle ragionerie comunali relativamente alla questione del posticipo del rimborso dei mutui, ci ha confermato che ci sia poca chiarezza nei confronti dei Comuni. Tanto meno ve n’è nei confronti degli utenti e della società civile. Tale convinzione ci è stata rafforzata anche da comportamenti dell’Ufficio d’ambito di dubbia legittimità (vedi le delibb. n. 39 e 40/2018 ed altre) che abbiamo fino ad ora contestato solo con lettere e mail.

Alla richiesta di accesso civico generalizzato presentata dal Sig. Massimo Libera il 28 gennaio 2020 (vs. prot. 180) avete risposto con un verbale (dell’incontro tra ATO e SECAM del 20 novembre 2019) che contiene solo degli “omissis” perchè a dire della Vs. det. 25 del 28 febbraio 2020 i contenuti di tale verbale “possono arrecare pregiudizio agli interessi economici e commerciali di S.EC.AM. Spa e degli altri Enti”. Il documento da Voi fornito sembra davvero una presa in giro che meriterebbe di essere resa pubblica… Identico trattamento è stato riservato al Sig. A. Puglia.

Ad ogni buon conto disponiamo ora del verbale integrale del quale s’è parlato molto in diverse sedi e dal quale, tra l’altro, emerge:

  • Che non esistono accordi per il rimborso dei mutui tra S.EC.AM. e Comuni nonostante siano previsti dalla convenzione di concessione del servizio;
  • Che il Sig. De Gianni afferma candidamente che S.EC.AM. Spa non si trova più in equilibrio finanziario (cosa che peraltro il comitato aveva segnalato da tempo e che alcuni Sindaci avevano riportato in un assemblea dei Soci);
  • Che, a parere di S.EC.AM. Spa, non esiste altra soluzione che l’allungamento dei tempi di rimborso delle rate dei mutui ai Comuni per consentire l’apertura di linee di credito con le banche da sottoporre all’assemblea dei soci nel giro di pochissimi giorni previo accordo con l’Ufficio d’Ambito;
  • Che l’Ufficio d’Ambito, ignorando l’art. 16 della convenzione, pur sapendo del disequilibrio, ha preferito non essere coinvolto formalmente nella questione.

A nostro avviso, sono in capo alle SS.VV. responsabilità rilevantissime relative a diverse omissioni di azioni riferite al Vs. compito di vigilare ed entrare nel merito delle situazioni che determinano gli squilibri economico-finanziari della S.EC.AM. Spa.

Ma v’è di più. Il disequilibrio, secondo quanto riferito in assemblea dei soci di novembre 2019, doveva essere una situazione transitoria, di breve durata e che l’allungamento dei tempi di rimborso dei mutui ai Comuni avrebbe risolto completamente il problema.

E’ evidente che così non è se è vero com’è vero che S.EC.AM. richiede altre linee di credito con operazioni di factoring con la scusa che la nuova situazione è stata causata dalla pandemia. Ciò che temiamo è che ciò non risolva i problemi strutturali finanziari e gestionali di S.Ec.Am..

Siamo anche a segnalarVi che gli utenti sono esasperati dal ricevere fatture incomprensibili che non danno loro modo di verificare nè i calcoli nè i periodi. Il confronto/paragone con le fatture di altri gestori non lascia dubbi sulla poca chiarezza delle fatture emesse da S.EC.AM.

Tutto ciò premesso ci chiediamo se codesto spett. Ufficio d’Ambito in una con l’Amministrazione Provinciale non abbiano intenzione di assumere provvedimenti tesi all’analisi amministrativa, gestionale ed economico-finanziaria di S.Ec.AM. Spa. . Ammeno che, anche questa volta, come ci venne risposto nella Vs. nota prot. 266/2019 l’Ufficio d’ambito “Non ritiene di poter sollecitare il Gestore ad alcunchè..”

In attesa di un Vs. cortese riscontro, e grati per l’attenzione prestata, cogliamo l’occasione per porgere distinti saluti.

Per il Comitato coordinamento acqua pubblica della provincia di Sondrio

Martina Simonini

Antonello Puglia

 

Print Friendly, PDF & Email