demanio idrico?

Ho scritto questo post perchè anche in valle esistono corsi e ricorsi storici –  come questo sul trasferimento delle competenze del demanio idrico – ma si tende però a trascurare la  “memoria storica”. Per questo motivo tutte le opinioni e le prese di posizione politiche che appaiono sulla stampa locale vengono presentate come delle novità, ma novità non sono per il normale cittadino abituato a documentarsi in modo autonomo.

A proposito di demanio idrico, ecco cosa successe nel 2010/2011 (leggere tutti gli emendamenti). Ciascuno è libero di  contestare  o meno i personaggi politici, ma gli emendamenti e le mozioni  parlano chiaro e costituiscono la base per un confronto serio:

Provincia di Sondrio:

Deliberazione del consiglio Provinciale n.23/2010

Deliberazione del Consiglio provinciale n.26/2011

Regione Lombardia:

Emendamento Lega Nord (ritirato)

Emendamento P.D.

Emendamento approvato dalla maggioranza del Consilio Regionale

Successiva lettera del consigliere Costanzo ai Sindaci

  proposta di legge sul trasferimento del demanio idrico (68,0 KiB, 390 hits)

L’importante quindi, per il normale cittadino, è imparare a documentarsi partendo dai dati e dagli atti amministrativi “che contano” – i quali sono facilmente reperibili facendo una ricerca su internet  –  senza fermarsi ai comunicati stampa e agli articoli di giornale. Sui giornali locali online chissà perchè non vengono mai inseriti i link diretti alle fonti: eppure sarebbe fondamentale che ciò avvenisse, per dare la possibilità ai non politici e ai non addetti ai lavori che lo volessero, di farsi un’ opinione obiettiva.

Luca Vitali

Print Friendly, PDF & Email