«

»

Lug 06 2017

un nuovo Statuto per Secam

acqua-broccaDa una nota inviata il 27 giugno 2017 da  Secam SPA ai propri soci azionisti ( Comuni, Comunità Montane e Provincia di Sondrio) si apprende che, a distanza di un paio di anni dall’ultima modifica, ci sarà prossimamente ancora una modifica dello Statuto di Secam SPA (entro il 31 luglio 2017). Questo è un atto dovuto perchè recepisce le disposizioni contenute nel d.lgs. 175/2016

Le considerazioni in merito alla proposta di revisione dello Statuto, che è stata trasmessa ai Soci, dovranno pervenire a Secam entro il 17/07/2017. Tali osservazioni dovranno essere previamente deliberate dalla Giunta Comunale o organo equipollente. Seguirà poi l’assemblea straordinaria delle società S.EC.AM. S.p.A. che indicativamente sarà il giorno 31/07/2017.

Lo Statuto deve essere approvato dall’Assemblea dei soci ma non deve essere ratificato a posteriori dai Consigli Comunali. Sono i Sindaci che, contrariamente a quanto fatto per l’approvazione degli Statuti precedenti, avrebbero dovuto in passato  partecipare all’assemblea dei soci dopo aver presentato e approvato in Consiglio Comunale la proposta di modifica (art. 42 T.U. Enti Locali), cosa che non è mai successa. L’approvazione da parte dei Consigli Comunali avrebbe dovuto essere preventiva. Ricordo che questo era anche stato richiesto dal punto 8 dalla Petizione Popolare che ha raccolto oltre 7000 firme:

” Venga rispettato l’art. 42, lettera e) del T.U.E.L. che prevede che tutte le competenze assembleari di SECAM e Conferenza dei Sindaci siano preventivamente deliberate dai Consigli Comunali e che il Sindaco, o suo delegato, intervenga alle stesse assemblee in qualità di mandatario del Consiglio Comunale.”

Per questo caso specifico basterebbe la preventiva approvazione della Giunta Comunale. Come rappresentatività democratica è un poco scarsa ma sarebbe sempre meglio (come è successo sinora) di una persona singola, che ha preso decisioni per tutti, senza discuterle nè giustificarle al Consiglio Comunale, nè tantomeno ai rispettivi cittadini-elettori. In questa ultima modifica dello Statuto di Secam la decisione resterebbe comunque agli atti del Comune in una delibera ufficiale di Giunta.

Infine, dato che si dice in ogni occasione che “La Secam siamo noi” restiamo quindi anche noi in attesa che venga reso subito pubblico il testo con le modifiche che è stato già inviato ai soci azionisti pubblici il 27 giugno scorso.