↑ Torna a tematiche

pesca

E’ lunga circa 4,6 Km la riserva di pesca istituita nel 1994 nel tratto di  fiume Adda che attraversa i comuni di Ponte in Valtellina, Piateda, Poggiridenti e Faedo, pescabile contemporaneamente in doppia sponda su tutto il tratto.
Questa riserva di pesca è tra le più importanti d’Europa in virtù di alcune peculiarità.

Arrivano pescatori anche da regioni lontane e da altri stati sicuri di poter pescare pesce autoctono (il temolo principe assoluto) e di non incappare in esemplari immessi per la “pescapronta”. La riproduzione avviene naturalmente per tutte le specie presenti escluse le trote “fario” che si riproducono soltanto nelle nei torrenti laterali nonostante lo sforzo dei riproduttori maschi e femmine ben visibile in novembre. Non è ancora dato di sapere perché e
questa stranezza è oggetto di studio scientifico presso il centro ittiogenico di Faedo Valtellino.

Un ambiente da proteggere e tutelare che deve però fare i conti con due fenomeni che minano la riproduzione ittiogenica e non solo: i sedimenti e gli svasi.

Per approfondimenti sulla pesca in Valtellina visita il sito dell’ Unione Pesca Sportiva della provincia di Sondrio