Torna a tematiche

grandi derivazioni

La costruzione degli impianti idroelettrici in Provincia sviluppatosi  nell’arco di 70 anni, dal 1898 con la centrale di Campovico al 1968 con  quella di Ardenno, ha comportato un massiccio impiego di manodopera che negli anni cinquanta, per la contemporaneità di diversi cantieri, raggiunse 9000 presenze giornaliere.Ciò ha certamente contribuito allo sviluppo economico della valle anche se non bisogna dimenticare l’elevato indice di pericolosità di questi lavori, i gravi e frequenti episodi infortunistici con centinaia di vittime e dolorose conseguenze invalidanti. Alla conclusione impiantistica subentrò la normale conduzione gestionale e manutentiva che fino agli anni novanta impiegava 1200-1300 unità lavorative. Le successive evoluzioni operative hanno provocato una drastica contrazione dei posti di lavoro nel settore ormai ridotti a meno di 500 unità.

Quindi oggi, anche in termini occupazionali, il contributo dell’industria idroelettrica è molto modesto.

 La realizzazione degli impianti idroelettrici in provincia di Sondrio ha comportato:

–  la costruzione di oltre 300 opere di presa sui corsi d’acqua provocandone l’inaridimento per 600 chilometri.

–  la costruzione di 500 chilometri di gallerie, canali e condotte forzate; di 58 dighe per l’invaso di 780 milioni di mc. di acqua

–  la costruzione di 39 centrali e 58 centraline con istallati 150 gruppi generatori

–  la costruzione di km 1100 di terne ad alta tensione

Lo sfruttamento massivo dei corsi d’acqua per le grandi derivazioni ha superato il segno quando si sono cominciati a vedere torrenti prosciugati ed aridi. Questo ha generato nel tempo una nuova sensibilità che ha portato alla  necessità di inquadrare la questione dell’acqua nella più ampia  visione strategica della gestione e della salvaguardia del territorio e dell’ambiente montano.

leggi anche:

  grandi derivazioni in provincia di Sondrio (68,0 KiB, 527 hits)

Guarda anche sul sito del B.I.M. l’elenco delle centrali idroelettriche in provincia di Sondrio

La differenza tra piccole e grandi derivazioni è questa:

grandi derivazioni: potenza maggiore di 3000 KW

piccole derivazioni: potenza minore di 3000 KW

Print Friendly, PDF & Email