«

»

mar 14 2013

dati aggiornati sulle piccole derivazioni

Ricevo e pubblico un interessante osservazione che mi è stata inviata da un lettore del sito (che ringrazio)  e che chiarisce ulteriormente il significato dell’articolo:

“Il segreto d’ufficio di cui si parla nell’art 622 del Codice penale non riguarda i consiglieri, ma  i dipendenti pubblici. Nel momento in cui un consigliere ha accesso all’atto questo diventa un documento dell’ufficio del consigliere e come tale si può pubblicare. Gli atti che non si possono pubblicare sono gli atti segreti, legati ad es al segreto di stato o per motivi di pubblica utilità.”

——————————————————————————-

Il consigliere provinciale Martina Simonini, che probabilmente ha letto il mio articolo precedente nel quale ho chiesto ad un dirigente della Provincia di Sondrio di avere  informazioni rispetto alle piccole concessioni, mi ha prontamente inviato quanto richiesto, corredato da una breve presentazione:

Ho dovuto insistere ed attendere un sacco di tempo per avere questo elenco. A suo tempo ho chiesto al funzionario provinciale responsabile di essere più esplicito e di scrivere in base a quale norma ritiene che questo elenco non debba essere pubblico.  Mi risponde (a voce) che secondo lui le domande in concorrenza dovrebbero essere riservate. Gli ho risposto che, se non sbaglio,  dovrebbe esserci una banca dati regionale aggiornata e che quindi considero l’elenco un documento “pubblico” e che intendo renderlo noto.

Pubblicalo pure sul sito a nome mio

Martina Simonini

All’inizio del documento di Martina Simonini (che le era stato inviato su sua esplicita richiesta in quanto consigliere provinciale) , si legge che ” l’utilizzo improprio è punito ai sensi dell’ articolo 622 del codice penale”

Articolo 622. Rivelazione di segreto professionale. Chiunque, avendo notizia, per ragione del proprio stato o ufficio, o della propria professione o arte, di un segreto, lo rivela, senza giusta causa, ovvero lo impiega a proprio o altrui profitto, è punito, se dal fatto può derivare nocumento, con la reclusione fino ad un anno o con la multa da lire sessantamila a un milione.

…..

Il delitto è punibile a querela della persona offesa.

Se qualcuno si riterrà dunque “offeso” dall’uso improprio che la consigliera Simonini  ha fatto di un documento pubblico, chiedendo anche a me la sua divulgazione, in un’ ottica di trasparenza amministrativa , mi avvisi  che provvederò  a togliere il file dal sito.

  TABELLA PICCOLE CONCESSIONI (502,5 KiB, 1.050 hits)

Dati aggiornati a ottobre 2012:

101 concessioni vigenti di piccola derivazione d’acqua ad uso idroelettrico

83 domande di piccola derivazione d’acqua ad uso idroelettrico ammesse in istruttoria delle quali 16 tra  gennaio 2010 e giugno 2012 dopo l’approvazione del  Piano Bilancio Idrico. (Dopo tale data non è dato sapere)

59 domande di piccola derivazione d’acqua ad uso idroelettrico respinte nel periodo gennaio 2004 – ottobre 2012